Mille leggi sulla testa dei sanitari

Mille leggi sulla testa dei sanitari

I PROFESSIONISTI DELLA SANITA’ CHIEDONO FORMAZIONE E LA CASTEDUTAINMENT SI ATTESTA AZIENDA LEADER

Mille leggi sulla testa dei sanitari
Brianzaweb –
La “La Responsabilità in ambito sanitario: orientarsi nella complessità” organizzato da Cast Edutainment è il corso on line riservato agli esperti del mondo della sanità. Dal webinar è emersa una forte domanda di formazione giuridica e amministrativa di alto profilo che gli organizzatori dell’evento hanno dimostrato di saper offrire. L’evento web ha infatti registrato la presenza di centinaia di iscritti e il collegamento on line di migliaia di persone che hanno messo a dura prova il server.

Il corso on line ha richiamato
l’attenzione del mondo sanitario

L’evento si è concluso nel tardo pomeriggio di ieri, 17 settembre, in modalità FAD sincrona.
Centrato l’obiettivo formativo del programma, focalizzato su sicurezza del paziente, risk management e responsabilità professionale e illustrato in apertura da Gianfranco Finzi, Presidente dell’ANMDO – Associazione Nazionale dei Medici delle Direzioni Ospedaliere.

Alla conduzione dell’evento, Giacomo Zito, Amministratore Delegato di Cast Edutainment.
Articolato il programma che ha visto succedersi due tavole rotonde.

Castagno, Mantovani e Antenucci
chiariscono i mille nodi giuridici

La prima su ‘I perimetri delle Responsabilità in ambito sanitario: riflessi su risk management e gestione del contenzioso’, moderata da Flaviano Antenucci, Risk Manager e Renato Mantovani, Avvocato.
Tra gli intervenuti, Jean-Paule Castagno, Avvocato dello Studio Orrick, che ha analizzato le principali cause dell’aumentato tasso di contenzioso. Tra queste, da sottolineare un fenomeno sotto gli occhi di tutti: il medico che talvolta viene visto come responsabile del malfunzionamento del sistema e di cui Internet diventa in qualche modo un sostituto per auto diagnosi.

La seconda tavola rotonda riunisce
avvocati e professionisti della sanità

Il dibattito è proseguito con Leonardo Bugiolacchi, Avvocato dello Studio Bugiolacchi; Maria Giulia Roversi Monaco,  Avvocato dello Studio Associato Roversi Monaco – Morello – Simoni;  Luca Schilardi, Avvocato e Loss adjuster presso Crawford & Company.
La seconda tavola rotonda ha fatto una fotografia di che cosa succede nel quotidiano nelle professioni, grazie ai contributi dei sanitari Diego Catania, Vicepresidente dell’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione, di Pietro Galluccio, Responsabile Rischio Clinico della SIOT – Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, di Barbara Mangiacavalli, Presidente della FNOPI – Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche, e del magistrato Paolo Francesco Piras.

Massimo Navissano, Consigliere della SICPRE – Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva-rigenerativa ed Estetica, ha sottolineato la peculiarità della chirurgia plastica, che, confrontandosi con la percezione di sé da parte del paziente, spesso si trova di fronte a frustrazioni che non hanno a che fare con il gesto chirurgico, ma con la scelta del paziente di utilizzare la chirurgia come psicoterapia, “presupposto pericolosissimo e da non accettare”.
Flavia Petrini, Presidente della SIAARTI – Società Italiana Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva, ha invece messo in luce il valore di una professione che, se da un lato allena a lavorare per procedure e metodologie rigorosissime, dall’altro prevede la capacità di risolvere crisi all’improvviso.
L’organizzazione per responsabilità e competenze ci ha portati a raggiungere un livello di sicurezza estremamente alto”, ha affermato.

Il famoso pediatra ribadisce
il valore del rapporto umano

Anche nel pomeriggio ha moderato gli interventi Flaviano Antenucci, Risk Manager. A lui si sono aggiunti inoltre Momcilo Jankovic, pediatra ed ematologo, e Karl Kob, Segretario Generale Nazionale dell’ANMDO – Associazione Nazionale dei Medici delle Direzioni Ospedaliere.
In chiusura, si è approfondito un tema che è poi il filo conduttore anche degli aspetti più tecnici di chi lavora nell’ambito sanitario, affrontato dal Dottor Jankovic, il quale ha sottolineato “L’importanza del rapporto medico-paziente per ricostruire il senso e la potenza del rapporto umano come valore nel percorso di cura”.

Nella foto in alto un momento dell’evento della Castedutainment di Milano mentre intervengono il pediatra Momcilio Jankovic, il coordinatore Giacomo Zito e il Risk manager Flaviano Antenucci

Mille leggi sulla testa dei sanitari

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.