ULTIMISSIME

Il Natale non ferma i delinquenti

Il Natale non ferma i delinquenti

BLITIZ DEI LADRI AD ERBA E DINTORNI

Sventato un furto a Caslino d'Erba poi hanno colpito a Monguzzo, Alserio, Albavilla, Ponte Lambro e svaligiato la tabaccheria della stazione ferroviaria di Erba. Tra i cittadini si diffondono rabbia, paura e disperazione

BRIANZAWEB.COMERBA. E’ stata come un uragano che colpisce diversi centri abitati.
E’ quanto è accaduto in questi giorni in diversi comuni dell’erbese che sono stati presi di mira dal blitz di una banda di delinquenti.
Non è logico pensare, e nemmeno auspicarlo, che si tratti di più gruppi di ladri, ma piuttosto sempre della stessa organizzazione di criminali.
Infatti, seguendo le date degli eventi criminosi, è ipotizzabile che i malviventi che hanno agito in più Comuni siano sempre gli stessi.

Due notti prima di Natale hanno colpito a Monguzzo, Alserio, Albavilla, Ponte Lambro ed Erba seminando rabbia, paura e disperazione.
Ma c’è un episodio precedente che non può passare inosservato.
Il giorno 19 dicembre i ladri avevano già ‘visitato’ questa stessa area geografica presa di mira l’altra notte.
Stavano per agire, infatti, a Caslino D’Erba tra via Cascinetta e via IV Novembre.
I malavitosi, però, hanno dovuto tornarsene a casa a mani vuote e solo per poco non sono finiti in carcere.
Mentre alcuni delinquenti erano all’opera, a bordo di un’autovettura Nissan è rimasto a far da palo un loro complice.
A guastare loro la festa sono stati gli efficienti Carabinieri della Stazione di Asso.
Una pattuglia dei militari dell’Arma stava perlustrando la zona quando hanno visto la Nissan ‘sospetta’, ma il conducente si era già dato alla fuga assieme ai complici.
L’auto è stata bloccata e sequestrata dai Carabinieri i quali hanno accertato che la vettura risulta rubata. Un gruppetto di ladri su di un’auto rubata certamente non avevano in mente solo un piccolo furto.

Questo episodio è come se fosse il primo segnale di quella che poi si è trasformata in una sorta di rappresaglia nel territorio lariano.
I ladri, dopo circa 3 giorni, sono infatti tornati in azione.
Hanno prima fatto razzia di alcune automobili, a conferma che fossero in tanti. Di biciclette rubate in alcuni box, hanno persino provato a rubare nel centro sportivo di Ponte Lambro e, infine, il colpaccio.
Il furto del furgone all’Associazione Trapeiros è servito probabilmente sia per caricare tutta la merce razziata in giro,ma soprattutto per concludere in ‘bellezza’ la notte di furti e furtarelli.
Il vecchio ma funzionante furgone è stato dell’Associazione di Ponte Lambro è servito per assaltare il Bar della Stazione di Erba. Qui usando un furgone come ‘ariete’ hanno sfondato la vetrata del bar-tabaccheria ed hanno rubato di tutto. Slot machine, sigarette e quanto altro di valore lasciando nei guai e nella disperazione il gestore.
Il proprietario dell’esercizio commerciale, Marco Ke, purtroppo, non è alla sua prima triste esperienza. Ha già subito recentemente il furto di gratta e vinci ed è stato vittima di altri episodi malavitosi.
Adesso l’esercente chiede al Comune di Erba di rimettere i pilastri in acciaio davanti al suo negozio. Erano stati tolti ( e non più rimessi) per via di alcuni lavori. Se fossero rimasti al loro posto quei paletti in acciaio avrebbero certo evitato che un veicolo sfondasse e danneggiasse l’esercizio commerciale.
I cittadini derubati, le associazioni depredate, gli esercenti danneggiati chiedono tutti più controlli e maggiore presenza delle forze dell’ordine.
Una richiesta legittima, ma non si può certo dire che il territorio del triangolo lariano non sia adeguatamente tutelato dalle Forze dell’Ordine.
Il blitz dei delinquenti in quest’area del comasco è del tutto insolito. Questa avvisaglia, però, certamente farà alzare la guardia alle Forze dell’Ordine.

CATEGORIES
TAGS

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.